Spello, splendido borgo amato da Cesare.

“Splendidissima colonia Julia”: fu così che Cesare dichiarò la città di Spello, denominata “Hispellum” in epoca romana.

Situata praticamente nel cuore della Regione Umbria, Spello fa parte dei Borghi più belli d’Italia. Già nel Medioevo, Spello divenne libero comune con libere leggi, nonostante l’infeudamento dello stesso da parte del Papa alla famiglia perugina dei Baglioni, avvenuto nel 1516.

spello-borgo-stradeAppena giunti a Spello, le bellezze di questo borgo fatato si riveleranno ai vostri occhi.

A partire dalla cinta muraria, risalente appunto al periodo romano, e da cui si aprono tre porte: la Porta Urbica, che troviamo su Via Roma.

La splendida Porta Consolare, situata su Piazza del Mercato; e infine la Porta Venere, augustea, dotata di due poderose torri romaniche (le Torri di Properzio, ndr) a base dodecagonale.

Nel vostro giro a Spello non potete non recarvi presso la Collegiata di Santa Maria Maggiore.

Al suo interno troverete delle autentiche meraviglie, come la Cappella Baglioni, che ospita gli affreschi del Pinturicchio (tra cui il suo celebre autoritratto) ed un pavimento di maioliche di Deruta davvero di grande rilievo.

Sempre all’interno della chiesa, spiccano gli elementi barocchi, tra cui anche un altare.

Altre importanti chiese da visitare sono la Chiesa di Sant’Andrea e quella di San Lorenzo.

La prima ospita una comunità di Frati minori, la seconda è ricca di splendidi affreschi e un tabernacolo del ‘400.

Oltre agli edifici religiosi, vale davvero la pena recarsi alla Casa romana, che risale addirittura al I secolo dopo Cristo: dovrebbe essere appartenuta a Vespasia Polla, la madre di Vespasiano, come suggerisce l’iscrizione presente sulle mura dello stesso edificio.

All’interno è situata la grandiosa pavimentazione originaria, con il mosaico di tessere bianche e nere.

spello-borgoLa straordinaria arte conservata a Spello.

Sicuramente esaltata dallo splendido connubio con i fiori, che va a fondersi in uno degli eventi più suggestivi dell’intera Regione.

L’infiorata del Corpus Domini, che si tiene tra Maggio e Giugno, dove l’intero reticolato urbano del meraviglioso borgo diventa un vero e proprio tappeto floreale.

Con i fiori vengono realizzati anche incredibili quadri recanti immagini sacre: caratteristiche che fanno di Spello la “capitale dei fiori”.

 

Lascia un commento