Guida alla città di Siena

Siena è una città nota per il suo Palio che avviene due volte all’anno durante il periodo estivo, ma è anche una delle più belle città d’Italia.

Sono molte le cose da visitare in questa città, e in questa guida vedremo quelle principali che non si possono perdere.

Cosa vedere a Siena.

Ecco una lista di bellezze da vedere a Siena.

Piazza del Campo.

Non potevamo non cominciare con la piazza che ospita il Palio di Siena. È realizzata a forma di conchiglia con 9 spicchi, forma caratteristica che la si può notare bene solo se saliamo sulla Torre del Mangia.

Palazzo Pubblico.

Rappresenta per eccellenza il simbolo del potere politico della città. Tutti coloro che hanno governato la città, fin dal Governo dei Nove del 1300 ad oggi, hanno risieduto proprio in questo edificio.

Per la sua bellezza estetica e la maestosità, è considerato tra i più bei palazzi del nostro Paese.

Torre del Mangia.

La torre è alta 88 metri, una volta in cima si vede tutta Siena, lo spettacolo è senza dubbio maestoso. La Torre prende il nome dal primo custode che la controllava, ovvero Giovanni di Duccio, il quale dedito allo sperpero dei guadagni che ricavava dal suo lavoro venne soprannominato ‘mangiaguadagni’.

Da qui il nome Torre del Mangia. La leggenda vuole che ai piedi della torre, in fase di costruzione siano state seppellite delle monere come portafortuna, non solo, agli angoli della stessa sono state poste scritte in latino ed ebraico come sistema per tenere lontani tuoni e tempeste.

Il Duomo: seguendo il percorso da Piazza del Campo si giunge al Duomo di Siena, chiesa dedicata a Maria Assunta.

Nonostante all’esterno si presenti incredibilmente affascinate, il massimo lo offrono gli interni.

La pavimentazione presenta simboli storici religiosi ed esoterici.

La chiesa presenta vari affreschi realizzati da grandi pittori dell’epoca, uno di questi Pinturicchio. All’interno vi è la Cappella Piccolomini, luogo ove Michelangelo si dedicò alla realizzazione di 4 statue tra il 1501 e il 1504.

Il Battistero: per molto tempo, addirittura secoli, è stato luogo di battesimo per molti senesi.

Vi sono molti affreschi realizzati da pittori molto importanti. Una delle bellezze mostrate da questo luogo è senza dubbio la Fonte Battesimale, si trova al centro del Battistero ed è realizzata in bronzo e marmo.

Vi hanno lavorato artisti di alto livello come Lorenzo Ghiberti, Jacopo della Quercia, Giovanni di Turino e Donatello. Quest’ultimo autore degli angeli in bronzo che vanno a decorare il ciborio.

Pinacoteca Nazionale: a conclusione del giro immersi nell’arte vi è la Pinacoteca Nazionale, che ospita varie opere divise per piano.

Ecco cosa vi si trova:

  1. Opere senesi dal ‘400 al ‘500
  2. Opere dalle origini di pittura senese
  3. Collezione Spannocchi – Piccolomini

Siena non è solo monumenti. Suggeriamo di passeggiate per le vie caratteristiche delle contrade : rappresenta un’esperienza meravigliosa, che si può comprendere solo visitandola.