Il borgo di Morano Calabro

In provincia di Cosenza, nel pieno del Parco nazionale del Pollino, troviamo uno dei borghi più belli d’Italia. Stiamo parlando di Morano Calabro, che si adagia sull’alta valle del fiume Coscile, alle pendici del massiccio calabrese.

Tutto l’abitato si presenta come un incantevole “affaccio panoramico”: le case sembrano ammassate l’una sull’altra, e all’interno del borgo l’armonia tra viuzze e palazzi signorili è nettamente percepibile.

Morano Calabro fu protagonista di una lunga battaglia.

Battaglia avvenuta in epoca altomedievale contro i saraceni: scontro che vide trionfare i cittadini del borgo cosentino.

Certamente fondata dai romani, venne ceduto agli Spinelli principi di Scalea nel 1614 fino al termine del feudalesimo.

Morano Calabro fu interessato da un notevole flusso migratorio tra la fine dell’800 e i primi del ‘900, che causò un forte calo demografico.

Proprio per questo, negli anni ’80, il comune sancì il gemellaggio con Porto Alegre: si stima che nella città brasiliana risiedano circa 15.000 moranesi.

san-bernardino-da-siena-morano-calabroIl gioiello di Morano Calabro è senza dubbio la Chiesa di San Bernardino da Siena: lo stile è tardo-gotico e l’interno richiama un po’ quelle caratteristiche tipiche degli ambienti francescani, severi ma allo stesso tempo intrisi di spiritualità.

Percorrendo il quartiere dei Lauri si arriva alla bellissima Collegiata di San Nicola; da lì ci si addentra in un fitto reticolato di piazzette, sottopassi e vicoletti che permette di raggiungere il Castello, di origine normanna.

Sempre proseguendo, si può arrivare facilmente all’altra Collegiata, quello dei SS. Pietro e Paolo: questa Chiesa è la più antica dell’intero borgo (risalente all’incirca all’anno 1000, ndr).

Non perdete occasione di visitare anche gli splendidi palazzi gentilizi: il Palazzo Scorza-Aronne, il Palazzo Salmena (dove è ospitato il Museo dell’Agricoltura e della Pastorizia), il Palazzo Lauria e il Palazzo Rocca su tutti.

Fate anche un salto alle Grotte di San Paolo, un complesso di grotte situato sull’altipiano di Campotenese: le stalattiti e stalagmiti che rivestono queste grotte creano un autentico spettacolo che vi lascerà senz’altro a bocca aperta.

Lascia un commento