Il borgo antico di Gessopalena

Il borgo antico di Gessopalena si trova in Abruzzo nella provincia di Chieti. Posto su un crinale di una roccia, vi sono tante abitazioni ormai abbandonate posizionate su delle vie parallele e gli edifici sono addossati gli uni agli altri.

Ad oggi questi sono tutti distrutti e quello che resta a testimoniare la loro presenza sono i locali interrati nella roccia di gesso.

Cenni storici su Gessopalena.

Il borgo antico di Gessopalena è posto con una meravigliosa vista sulla Majella orientale.

Questo paese fin dai tempi più antichi ha mantenuto sempre nel nome la parola gesso.

Infatti la particolarità geologica del posto è proprio il gesso che spunta in superficie.

In passato assicurò a Gessopalena una buona economia. Non solo perchè la utilizzavano per costruire le abitazioni, ma anche per realizzare un attività commerciale.

Si possono infatti vedere i posti dove prelevavano il gesso, le cave, ma anche i luoghi dove si faceva la trasformazione del minerale, ad oggi entrambi abbandonati.

Il borgo antico fu man mano abbandonato e le persone si spostarono verso il nuovo ed attuale paese e nel 1959 il borgo fu abbandonato definitivamente.

Dell’antico borgo rimangono gli scheletri delle abitazioni.

Molte di queste poi sono scavate nel gesso.

Il paese di Gessopalena durante la seconda guerra mondiale, purtroppo, fu lo scenario di uno degli eccidi più atroci messi in atto dai nazisti in Italia.

Esattamente il 21 gennaio del 1944 in contrada Sant’Agata furono arse vive ben 42 persone dalle truppe naziste. Erano solo donne, bambini e anziani.

Dopo questi tragici eventi molti giovani abitanti di Gessopalena fondarono una delle prime bande partigiane, questa poi in seguito si unì alla più nota Brigata Maiella.

Gessopalena : Luoghi d’interesse

Oltre il Borgo Antico o Medievale e ai monumenti lì contenuti troviamo:

  • Resti di mura megalitiche
  • Chiesa della Madonna dei Raccomandati
  • Chiesa di Santa Maria Maggiore
  • Museo Parrocchiale Madonna dei Raccomandati
  • Chiesa di Sant’Antonio (o dei Tozzi)
  • Chiesa di Sant’Egidio

La Morgia è un grosso masso che gli abitanti di Gessopalena chiamano “lu leon” proprio perché somiglia ad un leone che sta accucciato.

Vicino alla Morgia sono stati rinvenuti dei reperti italici e romani.

 

Lascia un commento