Cortina D’Ampezzo

Per i grandi amanti della montagna, Cortina d’Ampezzo rappresenta una delle più rinomate località turistiche, tutta da gustare sia in inverno che in estate.

Il suo soprannome – “la Regina delle Dolomiti” – la presenta nel migliore dei modi: Cortina, oltre ai suoi paesaggi da libro delle fiabe, è teatro anche di numerosi eventi che catalizzano l’attenzione dei visitatori.

Situata al centro della Conca d’Ampezzo a 1224 metri d’altezza, Cortina d’Ampezzo ha scarsi 6000 abitanti ma un’estensione di ben 252 km quadrati, che la rendono il secondo comune più esteso del Veneto dopo il capoluogo Venezia.

Proprio la sua ampiezza permette di scoprire numerose architetture religiose e civili, che contribuiscono decisamente alla già notevole attrattività del posto.

COSA VEDERE

Partiamo proprio dai monumenti religiosi. Particolarmente caratteristiche sono le Chiese della Madonna della Difesa – gestita dai frati francescani – e di Sant’Antonio da Padova, quest’ultima nella frazione di Chiave.

Altra chiesetta assolutamente da visitare è quella di San Francesco, che si trova nell’omonima piazza al centro del paese: risalente al ‘300, non ha subito mutamenti, restando conforme alla costruzione originale.

Per quanto riguarda invece i monumenti civili, consigliamo di recarvi alla Ciasa de ra Regoles, in Piazza Venezia, e al Comun Vecio, che come si evince dal nome ospitava il centro amministrativo comunale al periodo della dominazione asburgica (oggi è sede della biblioteca civica, ndr).

Passiamo al paesaggio in senso stretto: immancabile un salto al Parco Naturale Regionale delle Dolomiti d’Ampezzo, che si estende dal territorio del comune fino al confine con il Trentino Alto Adige. All’interno del parco sono presenti vette che superano i 3000 metri, ed è possibile ammirare piccoli (ma favolosi) ghiacciai.

COSA FARE

Per gli amanti delle camminate, a Cortina d’Ampezzo ci sono due sentieri che meritano di essere percorsi.

Il primo è quello “dei Pianeti”, con i vari tabelloni che spiegano il sistema solare posizionati sul tracciato naturalistico che va Piè Tofana al Col Drusciè; il secondo è il “Sentiero dell’Universo”, che è un ampliamento del precedente, con ulteriori 10 pannelli che illustrano via via le caratteristiche principali di stelle, nebulose, ammassi e galassie.

Ma a Cortina d’Ampezzo si viene soprattutto per sciare, visto che fa parte del carosello sciistico Dolomiti Superski (il più grande del mondo, 1200 piste). E infatti la Pista Tofanina permette davvero a tutti di cimentarsi in questo sport: date le ampie zone pianeggianti, tale pista risulta percorribile con una certa facilità. Ma ce n’è per tutti i gusti: le piste sono all’incirca un’ottantina.

Infine, se decidete di passare a Cortina la sera del 5 Dicembre, potrete assistere anche alla Festa di San Nicolò, dove la statua del Santo (che distribuisce doni ai bimbi) viene fatta sfilare per il centro cittadino.